front357100
“Oggi le donne sono più consapevoli. Più presenti e responsabili nella politica, nella cultura, nell’impresa, nella scuola, in tutti gli altri luoghi di lavoro. Non ancora quanto dovrebbero, e quanto sarebbe utile. Ma l’8 marzo ricorda alla coscienza, e alla cultura, del popolo italiano la centralità della questione femminile.  Una questione a cui l’intera società è chiamata a dare una risposta all’altezza della libertà e della dignità che la nostra Costituzione ci ha fatto raggiungere”. Con queste parole il  presidente Sergio Mattarella ha chiuso il suo discorso al Quirinale in occasione della cerimonia della giornata internazionale della donna.
Il presidente della Repubblica è intervenuto anche sul fenomeno  delle violenze alle donne ”realtà presente e inaccettabile”.
    “Le molestie – ha detto – , le violenze fisiche e morali che talvolta irrompono nei rapporti professionali e di lavoro o tra le mura domestiche, ferendo le coscienze, prevaricando libertà e speranze, costituiscono una realtà inaccettabile, e purtroppo tuttora presente”.
Fonte: Ansa
375 visite